domenica 29 maggio 2011

Fringe

Fringe (streaming)


L'Agente Speciale FBI Olivia Dunham ed il suo collega John Scott vengono chiamati ad indagare sull'incidente accaduto su di un volo aereo proveniente da Amburgo e diretto a Boston. L'equipaggio ed i passeggeri del velivolo sono stati decimati da quello che a prima vista sembra un virus. Dopo che il suo collega è stato esposto al medesimo agente patogeno, Olivia chiede aiuto a Walter Bishop, uno scienziato rinchiuso in un istituto psichiatrico che per anni si è occupato della cosiddetta "scienza di confine", quella branca che si occupa di investigare su tutti quegli aspetti considerati marginali della ricerca come la telepatia, l'invisibilità, la levitazione, le mutazioni genetiche, eccetera. Insieme al figlio Peter, un uomo dotato di un sorprendente quoziente intellettivo, Bishop riprende a svolgere le sue ricerche. In tutto il mondo, quelli che all'apparenza sembrano degli eventi slegati fra di loro, ben presto assumono l'aspetto di un disegno prestabilito, dietro al quale si cela l'azione di una compagnia che sta svolgendo una ricerca globale su molti fronti scientifici e tecnologici.

mercoledì 20 aprile 2011

Assignment 4

Allora..ammetto di essere una di quelle persone che usano un sacco di segnalibri.
Vedo qualcosa che m'interessa al momento e subito lo inserisco tra i preferiti, tra quei 100 preferiti tutti messi lì senza un vero ordine e forse neanche uno scopo.
Si perchè ovviamente tutti questi 100 segnalibri che metto rimangono lì, inutilizzati, perchè solitamente non li sfrutto più.
Metto segnalibri quando girellando su Ebay vedo qualcosa di inutile e stupido che in quel momento pare indispensabile per la mia vita, così metto un segnalibro per ricordarmi di caricare la carta per comprarmi che ne so, un tostapane con la faccia di Dart Fener.
Ovviamente mai più aperto.
Metto segnalibri di continuo, penso sempre che possano tornarmi utili e invece finiscono lì a prendere posto. E mi danno talmente fastidio che almeno una volta ogni 3 mesi provvedo a cancellarli t u t t i.
Quindi mi chiedo, a che mi serve un sito come Delicious?
Io, che uso quei 4 o 5 siti di cui conosco l'url alla perfezione, che metto segnalibri per tutte le stupidaggini che trovo, che da quanto sono inutili fondamentalmente vengono dimenticate dopo mezza giornata, che ci posso fare con Delicious?
Niente, probabilmente. Anzi, per rimanere in tema, ho giusto eliminato una serie di vecchi segnalibri da Chrome, uno mandava ad un sito con una serie di foto di orrori della chirurgia plastica sulle star di Hollywood.
In sostanza per l'uso che ne faccio io Delicious sarebbe inutile, in primis perchè sono inutili tutti i segnalibri che metto.

martedì 19 aprile 2011

Assignment 3

Comincio con una premessa: sono leggermente stanca, potrei aver capito il 20% di queste 60 pagine.
Detto questo, ammetto di non aver provato particolare interesse per quello che ho letto, per quello che mi riguarda Internet con le sue mille connessioni è solo un accessorio, qualcosa in più che rende le cose LEGGERMENTE meno complicate.
Può tornarmi utile nei momenti in cui ho voglia di "sciacquarmi il cervello" con stupidaggini, come Facebook o qualche video demenziale su Youtube, ma non lo sostituisco alla vita che c'è fuori.
Certo, ammetto di aver passato gli ultimi anni a preferire 2 ore su internet piuttosto che 2 ore con un buon libro, ho preferito 2 ore su facebook piuttosto che 2 ore a parlare faccia a faccia con un'amica.
Ho preferito 2 ore di telefilm in streaming ad una bella corsa.
Ora invece le cose sono cambiate, probabilmente la rete cresce, le connessioni aumentano, tutto si evolve e io ho deciso di regredire. E sono molto felice di essere regredita ad un mondo con connessioni virtuali praticamente limitate a quei momenti di puro divertimento e relax. Certo mi concedo ancora momenti su Facebook, ma rabbrividisco a vedere che c'è gente che si lascia condizionare, che condivide così la propria vita, foto, pensieri, con cani e porci solo per avere approvazione.
Mi fa tristezza chi mette su youtube video demenziali di sè stesso solo per avere, di nuovo, approvazione di sconosciuti che vivono chissà dove nel mondo.
Basta, a me non interessa creare connessioni di nessun genere, virtualmente parlando.
L'ho fatto, ma ho deciso che probabilmente è preferibile una bella chiacchierata faccia a faccia che una chat colorata e piena di faccine su Msn.
Probabilmente non ho colto il succo di quelle 60 pagine, c'era un significato più profondo, non ne ho idea.
So solo che la rete non è parte fondamentale della mia vita, è un qualcosa in più che mi è stato dato e con cui convivo da sempre.
Non so dire se vivrei meglio con o senza, anche perchè che me lo chiedo a fare? C'è. Punto e basta.
Detto ciò..ho esaurito definitivamente le mie risorse vitali. E quel poco che rimaneva delle mie facoltà intellettive.

sabato 26 marzo 2011

La Macchina Meravigliosa - Le ossa





"La Macchina Meravigliosa", una serie di documentari in 8 puntate condotta da Piero Angela.
Era il 1990..più di 20 anni fa, ma ancora assolutamente spettacolare, a mio parere.


Parte 1/5

Parte 2/5

Parte 3/5

Parte 4/5

Parte 5/5

martedì 22 marzo 2011

Assignment 1

Sempre per rimanere nell'ambito dei 100 modi per cazzeggiare ho cercato i feed RSS dal sito italiano per gli appassionati di GTA (sapete quel gioco della playstation dove ammazzi la gente, distruggi le macchine ecc..)


La Home Page ha la schermata seguente










Scendendo i basso sulla destra troverete un quadratino arancione, quello che indica i Feed in qualsiasi sito del mondo insomma., ci cliccate sopra e copiate l'url di questa schermata su Google reader.
Fine della questione!

Altri iscrizioni un po' più utili sono ad esempio:
I Feed di ogni pagina sono semplici da trovare, o sono segnati con il caratteristico quadratino arancione oppure sotto la scritta RSS. Insomma non dovrebbe volerci molto.





venerdì 18 marzo 2011

I nostri eroi alla riscossa



Parte prima


Parte seconda


Non ha niente a che vedere con i telefilm, ma proprio oggi ho ritrovato una videocassetta di quasi 15 anni fa in cui c'era registrato questo cartone. Probabilmente nessuno l'avrà visto o se lo ricorderà, ma per chi, come me, a distanza di un sacco di tempo avesse voglia di rivederselo eccolo qua :)

Da Wikipedia :
"I nostri eroi alla riscossa (noto anche come: Cartoni animati contro la droga, titolo originale: Cartoon All-Stars to the Rescue) è un mediometraggio a cartone animatoeducativo; uno speciale televisivo per la prevenzione contro la droga, in cui compaiono molti popolari personaggi dei cartoni animati degli anni ottanta. È stato prodotto daMcDonald's, Walt Disney Television Animation, e da Southern Star Productions, in collaborazione con la Wang Film Productions.
Questo speciale fu originariamente trasmesso il 21 aprile 1990, in simultanea su tre fra le maggiori emitenti statunitensi: ABC, NBC, CBS, e anche su diverse altre reti indipendenti. Inoltre McDonald's ne distribuì una edizione vhs per la visione casalinga prodotta da: Buena Vista Home Video, con inserita una sequenza introduttiva dell'allora presidente statunitense George H. W. Bush, insieme alla prima donna Barbara Bush.
In Italia è stato presentato su iniziativa del Dipartimento degli Affari Sociali della Presidenza del Consiglio dei ministri."


lunedì 14 marzo 2011

90210






Dopo un'accurata palpazione di ossa di morto direi che un po' di sano trash è obbligatorio.
E quale miglior esempio di telefilm trash se non 90210??
Vi ricorderete ovviamente Beverly Hills 90210, con quei pantaloncini ascellari antiestetici, Luke Perry e la sua fronte chilometrica, Kelly e il suo nasino rifatto.. insomma il trash regnava anche all'epoca.
Ecco, prendete Beverly Hills nel 2010, prendete un gruppo di esseri antropomorfi, metteteli insieme, lasciate che si accoppino tra loro e avrete questo capolavoro di puro trash made in USA.
La trama è particolarmente intrigata ed interessante, regnano scene ad altissimo livello culturale ed intellettivo, non mancano riferimenti ad i grandi problemi del mondo e la recitazione, apprezzabile soprattutto in lingua, è degna dei migliori premi Oscar.
Non resta che fare luce su questo strepitoso cast:


NAOMI


 
Gli amanti delle serie televisive si ricorderanno della sua fondamentale presenza a Nip/Tuck, Naomi è la grande icona trash (dopo Annie) di questo SPETTACOLO della televisione dei nostri giorni. Noterete qui un'espressione di altissimo impatto emotivo.

ANNIE

Annie è un'altra colonna portante di questo telefilm, la potete vedere al massimo delle sue doti artistiche.
Pregio assoluto di questa ragazza, oltre ad una perfetta tecnica di recitazione paragonabile a quella di un cammello sotto acido, ha anche un ottimo gusto nel vestirsi. Se comincerete a seguire questa serie sono certa che apprezzerete e magari copierete il suo stile unico e apprezzabile sotto ogni punto di vista.

TEDDY

Teddy.
Che dire..
Ex giocatore di tennis professionista,
ex donnaiolo
ex bello (potete notare la sua affascinante protuberanza mentale) & stronzo
ex eterosessuale.
Tutto ciò che c'è da sapere.

ADRIANNA (FORSE CON UNA N SOLA?)

Apprezzabili dalla foto le sue indubbie capacità di comunicare sensazioni forti, grande senso di pathos e massima depressione.
Lei era simpatica le prime 2 puntate, poi ha smesso di drogarsi e ha cominciato a cantare ed ora non è più simpatica. E ora che ci penso ha anche smesso di cantare.

LIAM

Se non altro è interessante da guardare.

DIXON

E' il fratello di Annie. Sono certa che coglierete la somiglianza.

SILVER

Vi ricordate la mamma di Kelly?
Quella che si drogava e beveva?
Quella che rimane incinta del babbo di..oddio..come si chiamava? Quello di Beverly Hills 90210 che non era Luke Perry e nemmeno quello coi capelli rossi. E nemmeno il fratello di Brenda, Brandon.
Quell'altro.
Ecco, lei è il frutto dell'amore tra la mamma tossica di Kelly e il babbo di sto tizio.

NAVID

Mmmh, i suoi capelli mi ricordano quelli di qualcuno.
Vabbè, il padre era un regista di film porno. Unica nota di merito.

Il resto del cast ovviamente è di minore importanza, anche perchè non ho più voglia. Al massimo mi sarò scordata quella fattona di Ivy, ma avrei sprecato solo energie vitali.
Se indovinerete chi copula con chi vincerete un bellissimo sfenoide a dimensioni reali, un esemplare raro di questi tempi.
Consiglio vivamente questo telefilm agli amanti del trash e a chi non ha niente da fare nella sua vita.
Tante care cose.




sabato 12 marzo 2011

Grey's Anatomy

Grey's Anatomy   (per vederlo in streaming)



Visto che ho all'incirca 20 minuti liberi mi pare logico sfruttarli per scrivere su questo blog e per parlarvi di Grey's Anatomy.
Ovviamente solo lo 0,0001% di voi non avrà mai visto una puntata, quindi potrà risultare un post abbastanza inutile ma, come ho già detto, ho 20 minuti liberi prima che sia pronto pranzo. Ecco ne sono già passati 5.
Prima di tutto io sono una di quelle persone che possono risultare tristi e scarsamente intelligenti perchè condividono su Facebook con una frequenza di 12 volte al giorno le frasi più significative di Grey's Anatomy, postandole come status e attuandole come GRANDI INSEGNAMENTI DI VITA. Ammazzatemi, che vi devo dire.
Ovviamente questo telefilm, che attualmente è arrivato alla settima serie, alimenta da quasi 6 anni le mie fantasie su quella che potrebbe essere la vita nell'ospedale:

  • tante chiacchiere, poco lavoro
  • tanto sesso, poco lavoro
  • quando si lavora il 90% dei pazienti sono afflitti da una malattia rara e necessitano di operazioni quasi sempre sperimentali, tutti i dottori esordiscono con "proveremo una tecnica sperimentale mai provata prima, non garantisco che funzioni". Funziona sempre.
  • i dottori sono per il 99% dei grandissimi toponi (si può dire toponi?), il loro fatturato mensile è di 50000000000000 $ e ovviamente non vanno con le infermiere (come è buona regola), ma bensì con le specializzande sbucate dal nulla e per il 60% anche loro gnocche.
  • l'ospedale è bello, enorme, bianco, a vetri, pulito, nessuno urla, tutto funziona. Certo, ogni tanto qualche pazzo psicopatico entra con una pistola e uccide 20 persone ma per il resto è un posto tranquillo.
Insomma, è uno dei miei telefilm preferiti, c'è poco da dire. E voglio continuare ad avere false speranze per almeno altre 5 o 6 stagioni, fino a quando non mi renderò conto che tutti lavorano, nessuno ti considera, i dottori sono per il 99% dei cessi e l'ospedale cade a pezzi.
Ah e poi io voglio un Dottor Shepherd. Quello mi pareva ovvio.
Cordiali saluti.

venerdì 11 marzo 2011

Finalmente ho avuto l'illuminazione notturna che tanto aspettavo, ho finalmente trovato un tema a questo blog, stroncando sul nascere la sua tendenza ad evolvere in una serie di video presi da Youtube o articoli rubati (e per la maggior parte nemmeno letti) da qualche sito sconosciuto.
La mia idea è di fare un blog principalmente incentrato sui miei tanto amati telefilm che, come potete notare, occupano almeno il 70% del mio tempo (come se non avessi nient'altro da fare insomma) e di proporvi e consigliarvi quelli che a me sono piaciuti di più, che ho seguito in passato e che continuo a seguire, sperando così di coinvolgere anche voi in questo brutto giro di nullafacenza e cazzeggio totale, alleviando i miei sensi di colpa.
Tante care cose.

mercoledì 9 marzo 2011


"Venivano dai più lontani estremi della vita, questo è stupefacente, 
da pensare che mai si sarebbero sfiorati, se non attraversando da capo a piedi l'universo, 
e invece neanche si erano dovuti cercare, questo è incredibile, 
e tutto il difficile era stato solo riconoscersi, riconoscersi, una cosa di un attimo, 
il primo sguardo e già lo sapevano, questo è il meraviglioso 
- questo continuerebbero a raccontare, per sempre, nelle terre di Carewall, 
perché nessuno possa dimenticare che non si è mai lontani abbastanza per trovarsi, 
mai - lontani abbastanza - per trovarsi - lo erano quei due, lontani più di chiunque altro."

Alessandro Baricco - Oceano mare